JARDINES DE LA REINA

I Jardines de la Reina furono battezzati da Cristoforo Colombo che li dedicò alla regina Isabella di Spagna. L'arcipelago è composto da 250 isolotti corallini che comprendono un ecosistema di mangrovie e cayos corallini che si estende per 120 km. I turisti possono raggiungere i Jardines de la Reina imbarcandosi dal porto dell'Embarcadero de Júcaro oppure soggiornare a bordo di una houseboat a due piani. Attività molto praticata sono le immersioni, in quanto il mondo sott'acqua è stupendo: le maggiori attrattive sono squali, balena e martello, circondati da coralli. Uno dei luoghi migliori in cui effettuare immersione è Farallon, una gigantesca montagna di corallo la cui cima si trova ad una profondità di 17 metri e precipita verso il basso fino ad incontrare il fondale sabbioso a 29 metri.

Cuba spiaggia di jardines de la reina